Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | Etiopia | India | Russia | Ucraina

La Presidente trasmette il seguente documento per presa visione da parte delle coppie in attesa sul Vietnam

 

Sintesi di restituzione agli Enti Autorizzati dell’incontro tenutosi 2-12 
tra Autorità centrali Italiana e Vietnamita dalle ore 11,30 alle ore 12,10 presso il Ministero della Giustizia-Hanoi

Il Dr. Binh informa che:


  • Il Vietnam a dicembre firmerà l’adesione alla Convenzione dell’Aja che entrerà in vigore dopo 3 mesi con il deposito della ratifica da parte dell’ambasciatore vietnamita in Olanda.
  • La CAI collaborerà fattivamente con interventi di assistenza tecnica richiesti dal DIA
  • Gli uffici di rappresentanza degli enti autorizzati funzioneranno secondo l’accreditamento della precedente normativa fino a fine giugno 2011 per svolgere le procedure ancora in corso, nel frattempo ad aprile potranno procedere all’accreditamento secondo la nuova normativa per poter essere in grado di continuare l’attività senza soluzione di continuità.
  • D’accordo con CAI i documenti depositati saranno gestiti come segue:
                - I dossiers già abbinati entro il 31/12 e notificati al ministero della giustizia proseguiranno secondo la precedente normativa; si impegna a procedere con la verifica degli stessi entro i primi 10 gg del gennaio 2011
                - Per quei dossiers che avessero un’assegnazione in essere ma non sono giunti alla notifica prima del 31/12 cercheranno di non far decadere la proposta in modo da concludere il maggior numero di adozioni in Vietnam indicativamente prima del capodanno lunare (Tet) 
                - Non prima di maggio 2011 saranno disponibili le lista per bambini sani
                - Nei primi mesi dell’anno nuovo però, per permettere la continuazione delle adozioni, il DIA procederà alla verifica dell’adottabilità di minori con necessità speciali ossia bambini con problemi di salute o con età superiore a 5 anni. 
  • Per il riaccreditamento degli enti autorizzati saranno considerati criteri come la professionalità, la capacità del referente e la correttezza dell’attività svolta.


Per ultimo il dr. Binh chiede a tutti pazienza e cooperazione, le procedure depositate che non riceveranno abbinamenti nel frattempo comunque procederanno senza dover essere ripresentare, con la nuova normativa. 

La richiesta di coppie vietnamite di adottare un bambino sono in numero 3 volte superiore al numero di adozioni in Vietnam internazionali, quindi ora che la normativa è ben chiara anche rispetto alle procedure di adozione nazionale, il numero di minori per l’adozione internazionale sarà limitato.

La dss.a Bacchetta informa che durante la proficua riunione sono stati risolti alcuni importanti punti:


  • È stato chiesto il riaccreditamento di tutti i 7 enti autorizzati ad operare in Vietnam
  • Con la nuova normativa i fascicoli delle coppie già depositati se non saranno nel frattempo abbinati comunque non decadranno
  • Tuttavia i fascicoli irrisolti dovranno essere integrati secondo la nuova legge ma non dovranno essere ripresentati
  • La nuova legge risolve i problemi della definizione dell’adottabilità consentendo l’adozione anche di bambini in età superiore a 5 anni e non solo dei neonati
  • Doppio controllo della disponibilità dei bambini adottabili prima a livello di Adozione Nazionale, e se non viene identificata una soluzione idonea, successivamente si passa all’Adozione Internazionale, nel rispetto dei principi della Convenzione dall’Aja
  • La CAI nelle future procedure d’adozione in Vietnam accetterà gli abbinamenti proposti dal Vietnam attraverso l’emissione del cosiddetto art. 17 della Convenzione dell’Aja (è un aspetto molto tecnico che interessa principalmente gli enti autorizzati)
  • CAI per il futuro continuerà a controllare i dossiers depositati in Vietnam attraverso l’emissione delle lettere di garanzia (art. 15 del bilaterale)
  • CAI conferma la cooperazione con DIA per dare al Vietnam gli strumenti tecnici al fine di migliorare la parte sociale/assistenziale della procedura adottiva


Domani si svolgerà un seminario con i direttori dei dipartimenti locali delle province dove operano gli enti italiani, durante il quale sarà possibile porre domande più specifiche.